Nordic Film Fest a Roma

5 Mag
Nordic Film Fest

Nordic Film Fest

Il 3 maggio è cominciato il Nordic Film Fest, una rassegna di cinema scandinavo presso la Casa del Cinema di Roma (Largo Mastroianni 1), che proseguirà fino a domani. Non potevo essere più entusiasta di questa iniziativa, non solo per la mia passione verso la Scandinavia ma anche perchè di cinema nordico in Italia non se ne vede proprio. Ed è un gran peccato.

Quando studiavo ad Oslo ho avuto modo di sostenere un esame in Cinema scandinavo che mi ha permesso di venire a contatto con un modo di fare film estremamente diverso da quello italiano o americano, ed attraverso il cinema ho capito meglio la stessa società norvegese e nordica: spesso ci sono molti pregiudizi sui paesi nordici ed il cinema è un buon deterrente contro l’ignoranza. Attraverso un film come “Upperdog“, per dire, si comprende come la Norvegia si sia dovuta confrontare con l’immigrazione (e come diverso sia l’approccio di questo paese rispetto a quello dell’Italia, ad esempio), oppure ci sono i documentari come “Cool and Crazy” che ti fanno capire come l’attaccamento a una terra e a una natura sovrastante diventi più forte delle aspirazioni economiche e “chissenefrega se il resto del mondo non capisce cosa significa vivere qua”.

Ieri sono andata a vedere “The man who loved Yngev” (“Mannen som elsket Yngve”, di Stian Kristiansen, 2008) un film sull’adolescenza e sull’amore intriso di spirito e musica anni ’80, anzi anno 1989, quando il muro è caduto e le vibrazioni di quella caduta sono arrivate fino a Stavanger, cittadina all’ovest della Norvegia. Un film poetico, d’autore, che mi ha fatto ridere come una pazza e in cui ho ritrovato in pieno tutte le ansie che vivevo al liceo, la voglia di scappare da un posto che ti sta stretto, l’esigenza di scoprire chi sei.

Il programma del Festival è ricco e dal sito potrete vedere le trame e i trailer dei film: oggi verranno proiettati tra gli altri il finlandese “Prinsessa” (Arto Halonen, 2010), lo svedese “Beyond” ( Pernilla August, 2010) con l’introduzione della regista in sala, e “Scene da un matrimonio” di Ingmar Bergman (“Scenes from a marriage”, 1975). Domani, invece, si potranno vedere il danese “Family business” (“Det bli’r i familien”, 1993 di Susanne Bier) oppure “The Kautokeino rebellion” (“Kautokainoopprøret”, 2008 di Nils Gaup) sulla rivolta del popolo Sami a nord della Norvegia.

Questo è il trailer di “The man who loved Yngve”:

mentre ecco il trailer di “Upperdog”:

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

The Man who loved Yngve

Upperdog

Upperdog

Upperdog

Upperdog

Prinsessa

Prinsessa

Prinsessa

Prinsessa

A one-way to Antibes

A one-way to Antibes

The good son

The good son

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: