Un pomeriggio con Anna Molinari tra risate e tatuaggi

10 Mag
20120510-213822.jpg

Fabiana Giacomotti e Anna Molinari

Una forza della natura. Com’altrimenti descrivere Anna Molinari, che oggi è intervenuta alla Sapienza nell’ambito dei seminari sui “professionisti della moda” e che ha parlato agli studenti intrecciando la storia della sua carriera alla storia della sua vita (difficile sarebbe stato fare diversamente). “A sedici anni mi sono ribellata – ha cominciato Molinari – ero stanca di vedere il talento di mia madre sprecato, produceva le maglie per gli altri stilisti e non ne voleva sapere di metterci in proprio. Così l’ho fatto io, da sola, e mio padre, che era facoltoso ma intransigente, disse a tutti i suoi amici bancari di non darmi nessun aiuto economico perchè ero la figlia degenere che aveva lasciato la famiglia”. Già da allora si capiva di che stoffa era fatta Anna Molinari, che sarebbe diventata la firma di Blumarine (e poi Blugirl), tra i più prestigiosi brand italiani d’alta moda.

Giovanissima inizia a produrre maglie e a venderle in molte boutique italiane. Si fa conoscere, gli altri capiscono che la ragazza ha talento: “Dalla piccola fabbrichina a tre stanze sul finire degli anni ’70 mi sono trasferita in una fabbrica più grande, sempre sulla stessa strada. Ricordo che Dolce e Gabbana mi telefonarono chiedendomi di cucire la maglieria per loro ma io risposi di no perchè non avevo abbastanza personale per produrre sia per me che per loro. Modenese mi definì la più brava stilista tra i giovani emergenti: da allora è arrivato il successo”.

La scalata alla carriera va di pari passo con l’amore per Gianpaolo Tarabini, che sposa ancora teenager e per cui, racconta in un modo così genuino ed esilarante che ho dovuto registrarla e vi consiglio di guardare il video di seguito, a sedici anni si fa tatuare sui polsi un cuoricino e una rosellina. “Mi ero innamorata, era un ragazzo bellissimo bellissimo, era più grande di me e non mi guardava. Gli ho detto ‘ti voglio sposare’ e pian piano si è innamorato anche lui di me”. La coppia fonda il brand Blumarine il cui nome viene scelto per l’amore dei due per il mare.

Il marchio diventa “un piccolo impero” e nel 1995 viene creato anche Blugirl, la linea più giocosa e giovanile. Le rose sono la passione di Anna tanto che le inserisce in ogni collezione, su ogni tipo di capo perchè “è importante mantenere la propria identità e non inseguire le tendenze”. Oggi i competitor sono tanti, dice, e con la crisi non si possono buttare i soldi: “Bisogna stare molto attenti a che colori si scelgono in una collezione, poichè bisogna includere quanti più clienti possibile”. Per esempio? “Guai a dare il giallo ai cinesi o i colori accesi ai paesi nordici. Ognuno ha i suoi gusti e bisogna cercare di accontentare tutti inserendo sia il capo con i colori coloniali che quello a tinte fluo per i sudamericani. E poi bisogna creare abiti che le persone possano indossare nella vita reale, i tempi sono cambiati non c’è più spazio per eccessivi romanticismi”.

Anna Molinari è disponibile e irrefrenabile, è allegra, vitale, ogni risposta le viene sincera, e prima di andare via con il mazzo di rose che la redazione di Moda Sapienza le ha dato in omaggio ci saluta come una nonna con lo spirito di una ragazzina, la stessa che a sedici anni ha preso in mano il suo futuro e segnato la moda italiana: “Ciao bimbe!”.

20120510-213917.jpg

Anna Molinari

20120510-213955.jpg

Anna Molinari

20120510-214018.jpg

Anna Molinari

20120510-214046.jpg

Fabiana Giacomotti e Anna Molinari

20120510-214112.jpg

Fabiana Giacomotti e Anna Molinari

20120510-214138.jpg

Anna Molinari

2 Risposte to “Un pomeriggio con Anna Molinari tra risate e tatuaggi”

  1. laura benigli maggio 11, 2012 a 17:50 #

    la signora Molinari è una forza della natura, è la stilista più simpatica, più brillante e spumeggiante che ci sia nel fashion system!!!!!..oltre ad essere una grande stilista che con le sue collezioni Blugirl e Blumarine ci conquista…signora Molinari rimanga sempre così!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: