MDNA Tour a Roma

14 Giu

MDNA Tour – Roma

A un certo punto ho pensato che non ce l’avrei fatta. Dopo una mattinata di lavoro, cinque ore di fila estenuante fuori dallo Stadio Olimpico, un’ora di musica facile di Martin Solveig in modalità “lounge” e un’altra ora buona di allestimento palco, ero stanca morta. Poi, alle 22:30 arriva lei e i dolori alle gambe ho smesso di sentirli.

Avete presente le teche che contengono le statue dei santi durante le processioni delle feste comandate? Ecco lei entra sul palco “chiusa” in una teca del genere, in posizione di preghiera e con tanto di velo, per fare onore al suo nome. Madonna sfonda la teca con un calcio, si libera del velo, acchiappa la chitarra e lo show comincia. La tappa romana del MDNA Tour inizia in ritardo ma tutti d’un colpo se lo dimenticano perchè ora la regina sta cantando “Girl gone wild” su un palco dove dei proiettori giganti creano l’illusione in 3D delle navate di una chiesa, dove ci sono frati che suonano campane e fanno ondeggiare un enorme portaincenso. Tutto è perfetto, tutto è studiato al dettaglio, tant’è che quando un fan lancia la bandiera italiana ai piedi della diva, lei la scalcia rispedendola al mittente perchè sul suo palco non è ammesso niente che non sia stato precedentemente programmato.

Cominciano le sparatorie di “Revolver” e “Gang bang” ambientato in una stanza di Motel made in U.s.a. nella quale, però, non manca un maxi crocefisso che fa da trait d’union in tutto il concerto (e in tutta la carriera). Poi dalla mise da agente segreto rock si passa a un vintage completino bianco-rosso da majorette sulle note di “Express yourself” che per una strofa si trasforma in “Born this way” di Lady Gaga come a dire: “visto come fila? Ve l’avevo detto che era copiata” e infatti poi la regina rincara la dose con una bella autocitazione, e canta “She is not me”. Ovviamente tutto lo stadio è con lei, e quell’altra poveraccia che s’è presa anche un palo in testa nessuno nemmeno la nomina, anche perchè nel frattempo la canzone è cambiata ed è la hit del momento “Give me all your luvin'”. Vengono calati dall’alto, come vere e proprie marionette, i ballerini vestiti da soldatini con tamburo mentre le ballerine agitano i pon-pon. Il parterre è in delirio.

Ma è col terzo cambio d’abito che perdo completamente la testa: sulle note di “Vogue” Madonna entra con una scenografia a specchi e immagini della rivista patinata in uno splendido completo maschile con bustino firmato Jean Paul Gaultier. Pantalone a palazzo nero con catenella d’oro per l’orologio, camicia bianca, cravattino nero trattenuto dal bustino strettissimo sormontato da un ulteriore bustino rigido con tanto di coppe a cono, esattamente come quelle che l’hanno resa (lei ma anche lui, Gaultier) un’icona. Non è finita: comincia “Human Nature” e Madonna comincia a spogliarsi, tutti si ammassano (ancora di più) sotto al palco e lei, oltre a sfoderare un fisico da body builder, mostra anche un reggiseno Agent Provocateur mozzafiato. Si gira di spalle, e sulla schiena muscolosa ha stampata la sua regola di vita: “No fear”.

Dopo un intero concerto su tacchi a spillo e zeppe, con i quali la cinquantaquattrenne ha ballato, zompato, corso, fatto capriole per tutto il tempo, nell’ultima canzone si mette comoda: saluta il pubblico con una esplosiva “Celebration” ballata in Converse e pantacollant in similpelle. Nessun bis e nessuna parola di saluto verso le quasi 50 mila persone presenti. E mentre i fan a fine concerto si accalcavano per l’ennesima volta sugli stand dell’official merchandising per acquistare i boxer del tour, la tazza del tour o la maglietta con le tappe del tour a botte di 20, 25 e 40 euro lei sfrecciava via in un’altra città dove tutto si ripeterà. Ma lei è Madonna. 

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour – Roma

MDNA Tour ph credit: Vogue.it

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: