Esistono news senza giornalisti? Sì, secondo Paul Lewis

3 Dic
Paul Lewis al Redattore Sociale 2012

Paul Lewis e Mariangela Paone al Redattore Sociale 2012

Potrebbero esistere le notizie senza i giornalisti? Secondo Paul Lewis (“special project editor” del Guardian e coordinatore del progetto “Reading the riots” che ha analizzato i disordini dell’estate 2011 in Inghilterra a partire dall’uso dei social media) . Lewis ha tenuto un workshop nell’ambito della diciannovesima edizione del “Redattore sociale”, il seminario di formazione per giornalisti particolarmente attento ai temi del disagio e delle marginalità. La tre giorni, terminata ieri, si è svolta presso la comunità di Capodarco di Fermo, nelle Marche.

Il giornalista del Guardian comincia chiarendo alcuni punti sulle trasformazioni in atto nel mondo del giornalismo: “Quella che abbiamo in mano – dice Paul Lewis – è una tecnologia di tipo trasformativo. Bisogna realizzare, e noi del Guardian ci stiamo provando, una piattaforma di giornalismo aperto, una strategia nuova che si contrappone a una forma chiusa. L’idea è sfruttare i cambiamenti della nostra industria più che resistergli”.

Gli user-generated content hanno preso il sopravvento anche nel mondo delle news che ora, dice Lews, viaggiano da sole: “Prima avevamo un monopolio dell’informazione ma negli ultimi dieci anni tutti hanno accesso alle notizie e tutti possono pubblicare e diffondere. Questa è sicuramente una sfida per noi professionisti”. Il mezzo col quale le notizie viaggiano “a prescindere dal giornalista” è soprattutto quello dei social media, e uno su tutti: il canarino blu. “Facebook non è così rilevante per il giornalismo ma Twitter invece è rivoluzionario, veloce e non gerarchico, usa una forma orizzontale di comunicare e non c’è mai stata una tecnologia che abbia abilitato gli utenti a fare quello che oggi si può fare con Twitter”.

Lewis ha avuto modo di testare la potenza di Twitter nel campo dell’informazione durante gli scontri tra manifestanti e polizia avvenuti nell’estate 2011 a Londra e in altre città dell’Inghilterra. Il reporter riusciva a seguire gli scontri grazie a un flusso di notizie che viaggiava attraverso il social cinguettante “con una velocità senza precedenti”. E i protagonisti dell’informazione in quel caso non sono stati né giornalisti professionisti né i grandi network: “L’account più retwittato durante e dopo gli scontri – mostra Lewis con un grafico – è stato @riotcleanup: un profilo che alcuni cittadini avevano usato per organizzarsi nelle pulizie post-manifestazione”. L’account della BBC, invece, compare solo al quarto posto: proprio perché Twitter  “è un mezzo sociale e chi deve operare nel campo sono le persone comuni”.

Per questa ragione si avranno news anche senza giornalisti: “Questo sarà possibile per la prima volta nella storia, l’informazione viaggerebbe comunque. Sarebbe credibile? No. Sarebbe attendibile? Nemmeno. Ma le news viaggerebbero ugualmente”. Il suo statement provocatorio, quindi, alla fine non scompagina il ruolo del giornalista: “Portiamo molto sul tavolo – dice Lewis – e un giornale che pensa di poter fare a meno di professionisti sul campo è destinato a morire”. Dunque, bisogna trovare un equilibrio tra il professionista e il mondo dei citizen. Perché “dobbiamo prendere il meglio da entrambi i mondi”.

Qui il video dell’intervento completo di Paul Lewis al Redattore Sociale 2012.

Paul Lewis al Redattore Sociale 2012

Paul Lewis e Mariangela Paone al Redattore Sociale 2012

4

Mariangela Paone e Paul Lewis al Redattore Sociale 2012

2

Mariangela Paone e Paul Lewis al Redattore Sociale 2012

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: